Il Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani ha firmato l’ordinanza, che entrerà in vigore domenica 6 dicembre, che disciplina l’attività venatoria nel periodo di permanenza della Toscana in zona arancione.

È consentito svolgere:

  • - Attività venatoria nell’ATC di residenza venatoria;
  • nel comune di residenza, domicilio o abitazione;
  • – nelle Aziende Faunistico Venatorie, Agrituristico Venatorie e nelle Aree per l’addestramento e l’allenamento dei cani anche situate in comuni diversi da quello di residenza, domicilio o abitazione;

    – nei distretti di iscrizione per il prelievo degli ungulati anche situati in comuni diversi da quello di residenza, domicilio o abitazione;

    – negli appostamenti fissi autorizzati dalla Regione, anche situati in comuni diversi da quello di residenza, domicilio o abitazione, ai soli titolari dei medesimi; in presenza di appostamenti complementari, a non più di un frequentatore per struttura complementare.